lunedì 17 gennaio 2011

Questione di tematiche

Cosa starà mai pensando?


Non chiedetemi un parere su Clint Eastwood come attore, perchè mi troverei in difficoltà. Credo sia la classica storia del vino lasciato invecchiare...più passa il tempo, più si hanno ottime annate.
Credo il talento di Clint stia nel suo entrare nella profondità delle tematiche. Sarà la saggezza che sopraggiunge con il passare degli anni, saranno i fatti della sua vita che francamente non ho il piacere di conoscere, ma Clint sta producendo a mio modesto parere molti film toccanti, storie di vita che riguardano verità che spesso non vogliamo nemmeno vedere, a cui non vogliamo pensare perchè forse le riteniamo ancora lontane da noi, ma invece lo sono molto meno di quanto pensiamo.

Hereafter è un film che può creare due reazioni così in contrasto tra di loro che è sconcertante. Gente che lo trova noioso, lento...du bolls insomma. Io me lo sono bevuto tutto d'un fiato.
Ho un interesse molto radicato per quella che è la spiritualità e penso spesso a cosa c'è dopo questa vita, alla sua precarietà. Sono credente e quindi la mia immagine la ho, ma non vuol dire che sia semplice affrontare un argomento di tale portata.
Questo film offre riunisce esperineze comuni di chi dice di aver avuto uno spiraglio su quello che sarà e sorprende che spesso i racconti riportati coincidano. Ma non parla solo del dopo. Il film parla anche di quelli che rimangono, della vita, del dolore, di come certe esperienze cambiano per sempre la nostra vita.




I personaggi sono tutti spettacolari, veri. Sono rimasta molto colpita dalla storia di questi due gemelli. Credo racchiuda tutto, l'amore che supera tutto, anche la fisicità; la sofferenza, la giovinezza e la maturità, la crescita, l'andare avanti, il prendersi cura degli altri, la solitudine.
Non racconto la storia, perchè odio rovinare qualcosa a chi magari sta pensando di vederlo. Ma Clint con i suoi personaggi ci sa proprio fare. C'è la storia di una ragazza, che Matt Damon incontra ad un corso di cucina. Tutto sembra puntare su di lei, ci si cala subito nel profondo della sua storia, sembra sarà un personaggio principale, ma c'è il colpo di scena. Che carina quell'attrice però! Ha due occhi che sono davvero dolci, trasparenti.
Matt è davvero bravo. Anche lui è cresciuto nel cinema e si vede. Qui ha addirittura qualche capello bianco. Non sono mai stata una sua fan numero 1, perchè lo ritengo un po' stitico mimicamente parlando. Ha un viso un po' plastico, ma ha un sorriso che scioglie. Se la è cavata proprio bene in questo ruolo.
L'attrice principale invece non l'ho mai vista. Devo dire che la recitazione è più che buona, ma è il personaggio che meno mi ha toccato, non so dirvi il perchè, non la trovo totalmente convincente. Forse Clint doveva sottolineare in modo più approfondito la sua "conversione".
Comunque, io credo nel complesso sia un film da vedere e che può dar da riflettere. Credo anche che però non tutti vogliano indagare troppo sull'aldilà, perchè le prove sono sempre contro ogni logica, contro ongi scienza e questo ci lascia scettici.
Non voglio certo convincere nessuno di nulla, non è nel mio stile. Mi limito solo a dire che se reputo Clint un grande del cinema è proprio perchè sa toccare tutti gli aspetti della vita con una certa classe. A volte è un po' cinico, ma altre stupisce veramente per la sua umanità.

Alla prossima


2 commenti:

  1. Eastwood è un artista a 360 gradi e lo si intuisce ancor di più vedendo i suoi film....D'accordo!!

    RispondiElimina
  2. Award per teeeeeeeeeee!!!!!! ;D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...